Spi, Fnp, Uilp Torino esprimono profonda preoccupazione per situazione RSA, in particolare la Carlo Alberto di Torino

193

Spi, Fnp, Uilp Torino, con una nota unitaria indirizzata al Prefetto di Torino, alla Asl, al Comune e al difensore civico, continuano a esprimere una profonda preoccupazione per la situazione critica in cui versano le RSA, in modo particolare la RSA Carlo Alberto di Torino. Si legge nella nota unitaria:

“Dalle comunicazioni di familiari e di ospiti ricoverati ci giungono informazioni allarmanti che riguardano carenze di personale, qualità assistenziale e tempestività delle cure.Oltre ad ulteriori decessi, ci segnalano preoccupazioni nell’assistenza a pazienti con covid 19 relativamente al livello di intensità assistenziale e all’eventuale ricovero in ospedale, ritardi nel soccorso di una paziente che ha subito una caduta accidentale notturna, non adeguata comunicazione a pazienti e a parenti sulle condizioni di salute, accorpamento in unico nucleo assistenziale di pazienti con bisogni assistenziali a diversa complessità assistenziale (es. pazienti alzheimer con pazienti non autosufficienti).Ci vengono anche riportate, oltre a costanti inefficienze comunicative con la direzione della struttura, affermazioni molto sconfortanti di pazienti che manifestano mancanza di voglia di vivere e consapevolezza di uno stato di salute gravemente a rischio con scarsa presa in carico sul piano clinico. Poco fa, veniamo a conoscenza di trasferimenti di pazienti nel corso della notte presso altri reparti della struttura, con pazienti affetti da covid19 assembrati nel corridoio e dubbi sulla fornitura di ossigeno o supporti ventilatori a sostegno della respirazione per pazienti che ne presentino necessità”